Mamm e che cess… Vent’anni di calcio attraverso le megapippe

Calciobidoni, copertina

Alzi la mano chi non si ricorda di Vampeta. Erano gli anni della grande – si fa per dire – Inter. Moratti spendeva e spandeva in giro per il mondo, raccattando pipponi che avrebbero sì, fatto la storia del calcio italiano, ma soltanto in quanto iperboli negative. Nel gennaio del 2007, ricordandone gli eccessi, la Gazzetta l’ha votato come “il superbidone” del calcio italiano. Vampeta è soltanto uno dei giocatori più scarsi degli ultimi trent’anni raccolti da Cristian Vitali dello spassoso testo: “Calciobidoni. Non comprate quello straniero“. Novanta sintetiche biografie degli stranieri che hanno ingolfato il gioco delle squadre italiane, ivi comprese le big. Arrivati come promesse, rivelazioni, o giocatori affermati e poi finiti nella polvere sportiva nell’arco di una, due stagioni al massimo e fagocitati dagli acari dell’oblio. Dallo studente – calciatore del Turun PalloseuraMika Aaltonnen (primo botto della batteria di Vitali) a “El Facha” Gustavo Bartelt (per acquistare il quale, la Roma di Franco Sensi rinunciò a David Trezeguet), da Ma Ming Yu (primo cinese a calcare l’erba italiana) a Zarate (Sergio Fabian, omonimo per tre quarti dell’attuale argenitino della Lazio, 11 presenze e 2 gol nell’Ancona all’inizio degli anni Novanta). Aneddoti, storie, (s)fortune di uomini spesso diventati famosi per caso. Scudettati persino, campioni d’Europa addirittura. Ma, a livello tecnico e personale, zavorre per il gioco delle squadre. Scarsi anche per una partita di calcetto. Una lista di autentici bidoni, quella di Vitali. Con molti spunti da ridere. Come, ad esempio, nel caso dell’equadoregno Ivàn Kaviedes, una manciata di presenze con la maglia del Perugia, molte bestemmie da parte di fanta-allenatori ed altrettante da parte di fidanzati e mariti. Kaviedes, infatti, venne ribattezzato “Inseminator” perché, nel 1999 si trovò al centro di una curiosa vicenda nella quale gli veniva attribuita la paternità di tre figli. Sperando per loro che, dal padre, non ereditino il fiuto del gol.

Non pervenuto…

Cristian Vitali, CALCIOBIDONI – NON COMPRATE QUELLO STRANIERO, Piano B, 2010

Giudizio: 4 / 5 – Spassoso

LEGGILO SU: http://www.sudsport.it/news.asp?cat=5&id=753

LINK SUL SITO DELLA CASA EDITRICE http://www.pianobedizioni.com/rassegnastampa.aspx (13.10.2010)

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://radicaliliberi.wordpress.com/2010/10/14/mamm-e-che-cess-ventanni-di-calcio-attraverso-le-megapippe/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: