Stracquadanio, ovvero la moralità di un onorevole pappone

Che uno che si chiami Giorgio Clelio Stracquadanio, notorio sconosciuto, si metta a dare lezioni di moralità politica, lui con quel nome che a scriversi ricorda per metà un imperatore romano di quelli del periodo militare e per l’altra metà una bestemmia, (lui originario – e forse unico- aderente del PARTITO RADICALE TRANS(?)NAZIONALE, boutade volgari a non finire nel corso della sua carriera, giornalista de Il Tempo e niente popodimeno collaboratore del ministro Gelmini) è un po’ come gloriarsi di aver avuto per professore di storia e filosofia Sbirulino o Topo Gigio. Che poi, comodo sullo scrannetto da misero Berluskino, dispensi perle di saggezza su cosa sia lecito donare in cambio della carriera, allora il pathos miserrimo raddoppia. La politica italiota, d’altra parte, ha smesso di esser d’esempio per la plebaglia già da un bel po’. Tuttavia arrivare quasi a rimpiangere De Miculis, con il suo sciame di apette vogliose quando non ubriache di troie e cocktail, fa da un lato specie e, dall’altro, suscita pensieri timorosi. Il buon Straquadanio – che i media e gli scribacchini, con eccesso di zelo e di politically correct, onorano con l’appellativo di “deputato Pdl”, quando ci sarebbe da affibiargli, per antonomasia ed emulazione del capo, l’honoris causa in Porcologia – esce dalle righe, dalla giacca e cravatta ed anche da pantaloni e mutande e, come il Ministro dei temporali di Fabrizio De Andrè, “con la tovaglia sulle mani e le mani sui coglioni ”, pontifica: “E’ assolutamente legittimo che per fare carriera ognuno di noi utilizzi quel che ha, l’intelligenza o la bellezza che siano”. Tradotto nella lingua di noi poveri altri, quelli di fuori l’emiciclo romano suona così: “Che male c’è se riempiamo le ore nella bouvette o nel transatlantico con qualche bel culo aperto?”. Ma il saggio Giorgetto proprio non se l’è sentita di usare le parole come un povero pappone da strada. va sé, e il Capo insegna. Nei luoghi del potere si batte meglio che in macchina.

DA LEGGERE ASCOLTANDO: CHECCO ZALONE, LA PIZZICA DI CENTRO DESTRA —http://www.youtube.com/watch?v=H3Brs5x3yQU&feature=related

Annunci
Published in: on 14 settembre 2010 at 22.29  Lascia un commento  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://radicaliliberi.wordpress.com/2010/09/14/straquadanio-ovvero-la-moralita-di-un-onorevole-pappone/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: